Vitigni aromatici Piemontesi a bacca colorata
I vitigni ad uva aromatica rivestono in Piemonte un interesse particolare. Il Moscato bianco, infatti, è la seconda cultivar per importanza colturale nella Regione ed il Brachetto fornisce un prodotto enologico economicamente rilevante. In Piemonte vi sono tuttavia numerose altre cultivar minori ad uva aromatica, principalmente a bacca colorata, alcune più diffuse ed altre meno. Al fine di meglio conoscere queste cultivar, per ciascuna di esse sono state valutate le caratteristiche genetiche, agronomiche, enologiche e sensoriali.

Leggi tutto

Adattabilità di nuovi vitigni in Piemonte
Nel 1992 venne avviato il progetto "Aggiornamento e qualificazione della piattaforma ampelografica nazionale", coinvolgendo 16 Regioni, ed il Piemonte affidò il compito alla Tenuta Cannona, che impiantò a questo scopo 44 diversi vitigni a bacca bianca e rossa.

Leggi tutto

Produzione di uve da tavola in Piemonte
Le uve da tavola sono notoriamente particolarmente esigenti in fatto di clima, per cui vengono tradizionalmente coltivate negli ambienti caldi del Sud d’Italia, e sporadicamente, a livello amatoriale, nelle regioni più fresche del Nord Italia. In previsione di un eventuale incremento di temperatura previsto a causa dei cambiamenti climatici, la possibilità di coltivare uva da tavola in molte aree piemontesi può divenire una valida alternativa alla produzione di uva da vino o altre colture.

Leggi tutto

Attitudine alla vinificazione in rosato
Verifica delle potenzialità di alcuni dei vitigni a bacca rossa più diffusi del Piemonte a produrre vini rosati con basso tenore in anidride solforosa.

Leggi tutto

Tutela del suolo e delle acque superficiali
Confronto ed evoluzione delle caratteristiche del terreno e delle acque di ruscellamento superficiale in vigneti con diversa gestione del suolo, allo scopo di identificare e valutare nel lungo periodo gli effetti di diverse tecniche di lavorazione del suolo destinate a contrastare la diminuzione del contenuto di sostanza organica, il compattamento, l'asportazione di elementi fertilizzanti, azoto e fosforo in particolare, della sostanza organica e dei pesticidi, responsabili dell'inquinamento dei corpi idrici superficiali, e l'erosione.

Leggi tutto

 Pagina   Successiva (Pagina 2)